fbpx

Gli orvietani bevono sempre e solo vino rosso, in qualunque periodo dell’anno. E Allegra non fa eccezione. Nemmeno Libero, suo fratello, si faceva troppi problemi, ma questo lei lo sa solo per sentito dire: quando Libero è scomparso senza lasciare traccia, Allegra aveva tre anni e i suoi genitori, un tempo rispettati enotecari, da allora sono sprofondati in uno stato di perenne alterazione. Con il padre alcolizzato e la madre sotto farmaci, è Luna, sua sorella, a farsi carico della famiglia, anche se sembra sempre sull’orlo di una crisi di nervi. Almeno fino a quando, quindici anni dopo e con la stessa leggerezza con cui se ne era andato, Libero ricompare e Allegra è la sola a esserne a conoscenza. Fra nottate selvagge con gli amici di una vita intera – l’unica che sembra possibile –, perdendosi nei paesaggi desolati e nelle interminabili estati di Orvieto, Allegra cerca di restare a galla nel solo modo che conosce: afferrando la decadenza del suo universo con entrambe le mani. Romanzo di formazione sui generis, l’esordio di Maggi è intriso di viscerale autenticità. E viscerale e autentico è lo sguardo dell’autore, un raro dono che non scivola mai in volgarismi superflui o nella faziosa costruzione a cui si aggrappa chi, per sua natura, di autenticità ne è privo.

L’autore:

Massimiliano M. Maggi è nato a Siena nel 1995. È cresciuto e ha studiato a Orvieto, dove vive tuttora. Nel 2017 si è diplomato in Storytelling e Performing Arts alla Scuola Holden. Allegra è il suo primo romanzo.

Rassegna Stampa:

Critica Letteraria (13 agosto 2021)

Mar dei Sargassi (3 agosto 2021)

Il Foglio (agosto 2021)

L’Opinionista (11 luglio 2021)

Orvieto News (6 luglio 2021)

Rivista Blam (29 giugno 2021)

 

Titolo: Allegra

Autore: Massimiliano M. Maggi

Collana: Specchi

Prezzo di copertina: Euro 16,00

LEGGI UN ESTRATTO DEL LIBROACQUISTA
X