fbpx

L’uomo visibile

La psicologa Victoria Vick viene contattata da un uomo misterioso per un immediato ciclo di sedute. Y____, come decide di chiamarlo, pretende una terapia non tradizionale. Il paziente non vuole un dialogo faccia a faccia, afferma di essere uno scienziato e di aver sottratto da un progetto governativo abbandonato una tecnologia in grado di renderlo quasi invisibile. Y____ le rivela di utilizzare questa particolare capacità per osservare di nascosto come vivono le persone quando sono da sole. Man mano che i racconti dell’uomo si fanno più bizzarri e inquietanti, Victoria inizia a essere ossessionata dal caso fino a mettere a rischio la carriera, il matrimonio e la sua stessa identità.
Ironico e severo verso la società odierna, L’uomo visibile si caratterizza per la singolare e moderna struttura intervallata da note, dalla corrispondenza tra paziente e terapeuta e da trascrizioni telefoniche. Semplice curiosità o voyeurismo? Rispetto della privacy o furto di umanità? Chi siamo al netto delle nostre sovrastrutture culturali?
Chuck Klosterman ci conduce con destrezza nella mente contorta di Y____, e forse in quella di molti di noi.

L’autore:

Chuck Klosterman (1972) è scrittore e giornalista. I suoi libri sono entrati nella classifica dei bestseller del “New York Times” e suoi articoli sono apparsi su “GQ”, “Esquire”, “Washington Post” e “Guardian”. In America è particolarmente apprezzato come attento critico della musica e della cultura pop. Autore di undici libri, inclusi due romanzi, in Italia ha già pubblicato Morire per sopravvivere. Una storia vera all’85% (Minimum Fax, 2018) e Fargo Rock City. Un’odissea heavy metal nel nord Dakota rurale (Odoya, 2019).

Titolo: L’uomo visibile

Autore: Chuck Klosterman

Traduzione: Leonardo Taiuti

Collana: Specchi

ISBN: 978-88-9333-181-4

Pagine: 288

Prezzo di copertina: 16,00 euro

ACQUISTALEGGI UN ESTRATTO DEL LIBRO
X