fbpx

Decimo piano, interno quattro

Decimo piano, interno quattro di Mario Abbati è un romanzo coinvolgente in cui si susseguono e intrecciano sapientemente diversi generi narrativi, dal surreale al noir, dal realismo psicologico al distopico; come i diversi piani di un edificio l’autore riesce a mettere insieme architettonicamente i tasselli di una società ormai ripiegata su se stessa e molto vicina paradossalmente al totalitarismo del Grande Fratello orwelliano. Il protagonista è Aleandro Martinez, un trentacinquenne insofferente della propria vita, del lavoro e delle relazioni sociali, e proprio per questo improvvisamente decide di tagliare i ponti col passato andando ad abitare nell’appartamento di Barbara, una vecchia amica d’infanzia, costretta a trasferirsi dalla madre malata. Il nuovo domicilio, con le sue geometrie perfette e un alone permanente di quiete atavica, sembra il posto ideale perché Aleandro possa ritrovare se stesso, ma ben presto personaggi surreali e meccanismi perversi del condominio s’imporranno ai suoi occhi costringendolo a rinunciare ai punti fermi della sua vita mediocre per cadere in un vortice dove realtà e fiction televisiva si contagiano a vicenda.

L’autore:

Mario Abbati è nato a Roma nel 1966. Laureato in Ingegneria Elettronica e poi in Filosofia, è autore dei saggi Ipercosmo, la rivoluzione interattiva, dai multimedia alla realtà virtuale (Euroma, 1994) e Manifesto del movimento reticolare (Musis, 1996).
Con Terre Sommerse ha pubblicato la raccolta di racconti La donna che ballava il tango in senso orario (2011) e il romanzo Il paradiso delle bambole (2014).
Con Alter Ego ha pubblicato, oltre a Decimo piano, interno quattro, le raccolte di racconti Vado a comprarmi le scarpe da tango (2015) e TanguEros – Storie di ballerini tormentati (2017).

 

Titolo: Decimo piano, interno quattro

Autore: Mario Abbati

Collana: Egonomica

ISBN: 978-88-9333-153-1

Pagine: 364

Prezzo di copertina: Euro 9,90

ACQUISTA
X